Effetti indesiderati della burocrazia

Il ministero dei Beni culturali  ha provveduto al  piano anticorruzione ai sensi della recente legge 190/2012. La natura iper-burocratica di queste norme ha generato il mostro di una circolare che dispone rotazioni frequenti dei dirigenti  di cui l’articolo di  settis ha evidenziato gli aspetti perversi, si deve sperare “non voluti”. Una volta di più emerge l’insostenibilità dell’attuale ordinamento amministrativo che porta sempre più a costruire “gabbie di carta” ..  altro che la weberiana “Iron Cage” della burocrazia

1371739418443_circolare_rotazione_incarichi