Fallimento formativo?

giulio sapelli  riprende Financial Times sul fatto che  «Le business school non sono state in grado di articolare quello che dovrebbe essere il ruolo del management».  E’ un problema non di istruzione tecnica ma di formazione: “si afferma a chiare lettere che il ruolo del manager, in definitiva, è quello di essere classe dirigente e quindi di dar vita sempre a comportamenti universalistici, non egoistici, disinteressati. Le ragioni del fallimento risiedono nell’ incapacità di creare una cultura della professione e della responsabilità della professione stessa. Si sono formate e si formano, in tal modo, persone che pensano, cito: «Più a se stessi che agli investitori»”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>