Dopo Babele: la diversità come energia di sviluppo

Si è svolto il 2 e 3 maggio a Sorrrento il Congresso nazionale dell’Associazione Italiana per la Direzione del personale. Nell’introdurre la sessione di lavoro sulla gestione delle diversità ho richiamato come si possa leggere in positivo l’effetto “Torre di Babele”: la pluralità dei linguaggi alimenta il rischio della dispersione ma indica anche come la diversità sia necessaria e rappresenti una fondamentale fonte di energia per lo sviluppo delle realtà umane e sociali. E’ fallimentare invece la pretesa di realizzare costruzioni totalizzanti, come era l’idea grandiosa della torre che arriva al cielo.

presentazione sessione congresso AIDP

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>